Cles:logo_ok

 

 

 

I FALO’ DI SANTA GIUSTINA

Riparte il primo gennaio la stagione di pesca in Val di Non. Il via libera riguarda inizialmente soltanto i laghi di Santa Giustina e il lago di Mollaro mentre i laghi Smeraldo e di Ruffrè saranno pescabili soltanto a partire dal primo maggio.

In occasione dell’apertura della stagione gli appassionati dell’Associazione Pescatori Sportivi Val di Non, circa seicento i soci, popoleranno le sponde del lago di Santa Giustina sin dalle prime ore del nuovo anno, scaldandosi con i falò in attesa dell’alba. Il rito dell’apertura è una tradizione che lega tra loro le generazioni e raccoglie intorno al fuoco amici, padri e figli, nonni e nipoti che condividono questo momento di socialità, passione e rispetto per il territorio. «Oltre a promuovere le attività di pesca sportiva – dice Marco Vender, presidente dell’Associazione– abbiamo la responsabilità della gestione delle acque della Valle di Non ricevute in concessione dalla Provincia e assolviamo un importante ruolo di tutela e salvaguardia del loro stato di salute e della fauna che le popola». La configurazione dei corsi e dei laghi della Valle è un’altra eccellenza naturale trentina, talmente apprezzata da essere stata scenario per lo svolgimento, nel 2018, del 38mo campionato del Mondo di Pesca Mosca. L’attività dell’Associazione si svolge durante l’intero anno e riguarda aspetti fondamentali per la conservazione naturale. Anzitutto garantisce il finanziamento del servizio dei tre Guardiapesca in servizio permanente che hanno il compito di supervisione e controllo delle attività di pesca e tutela della fauna ittica nonesa. Le attività di sensibilizzazione al rispetto dell’ambiente fluviale e lacustre trovano poi massima espressione con il coinvolgimento della popolazione e degli imprenditori locali nella giornata ecologica che vede impegnati i volontari nella pulizia di tutti i corsi e i laghi del nostro territorio. Numerose e ripetute durante l’anno sono anche le attività di semina riproduttiva che permettono di mantenere in equilibrio l’intero sistema delle specie che popolano le acque del Noce.

 


NOVITÀ

Il Consiglio Direttivo ha deliberato che per il 2020 NON sarà più’ attivato ilPERMESSO INTERSCAMBIO” tra Val di Non e Val di Sole.
Per contro è stata introdotta la possibilità di usufruire di permessi di pesca nelle acque della Val di Sole e nelle acque di competenza di Madonna di Campiglio per un massimo di 8 uscite annuali (4 in Val di Sole – di cui 2 NO KILL / 4 a Madonna di Campiglio di cui – 2 NO KILL) al costo di euro 20,00.

LETTERA AI SOCI 2020

Di seguito il file della lettera indirizzata ai Soci per l’anno 2020, con resoconto dell’assemblea di novembre 2019 e le novità per l’anno 2020

Lettera Soci 2020


NELLA SEZIONE SPONSOR TROVATE TUTTE LE

STRUTTURE CONSIGLIATE DA PESCATORI VAL

DI NON PER UN SOGGIORNO DI PESCA E

RELAX!